La ricerca della felicità

La ricerca della felicità

Era una sera fredda e umida, di fine dicembre, intorno alle cinque. Orione sta sorgendo nel cielo orientale, preparo una borraccia di tè caldo e prendo la mia bici dal garage. Guanti, giacca e calze invernali, non manca nulla.
Nemmeno gli auricolari collegati al telefono, e l’album Ukulele Songs pronto a essere ascoltato in loop. Con il semplice suono della voce e dell’ukulele di Eddie Vedder nelle orecchie e nella testa, metto il naso fuori di casa, nella buia campagna appena fuori della città. Leggi tutto “La ricerca della felicità”

Piaceri invisibili

Piaceri invisibili

Andare al lavoro in bici, in un mondo ideale, diventerebbe una routine del mio modo d’intendere il ciclismo: vestito di abiti caldi, nutrito di una colazione abbondante, baciati i familiari, sulla bici fuori dal garage. Poi la guerra. È una pedalata su strada, quindi è una guerra di strada. Automobili, autobus, camion tutti in lotta per uno spazio vitale, in quella finestra di tempo per arrivare al lavoro che ci infonde ansia e fretta. Devo dire che alcuni giorni sembrano migliori di altri. L’orario di partenza è abbastanza tranquillo e il mio piano di battaglia comprende anche cenni con la mano, sorridendo e con un pollice alzato per chi è gentile abbastanza da non cercare di uccidermi.
Funziona, credetemi. Si viene riconosciuti come una persona, non solo come un fastidio. Il problema è che come si confluisce sulle arterie più trafficate della città, c’è sempre l’inaspettato pendolare frustrato in auto, quello che vede ancora in te una ‘tassa di circolazione non pagata’ o semplicemente non ti vede. Ho avuto momenti difficili con entrambi. Un giorno particolarmente infestato mi ha portato a casa con un paio di brutti casi di aggressione non andata a buon fine. Ci deve essere un modo migliore per (soprav)vivere alla giungla d’asfalto. Leggi tutto “Piaceri invisibili”

Life is a cycle

Life is a cycle

Sicuramente uno dei più grandi piaceri della vita è far girare le ruote là fuori, sui nostri gloriosi sentieri, superando di slancio il meandro di strade asfaltate e rotatorie, prima di arrivare ai campi e alle colline ondeggianti che si stagliano di fronte a noi, spruzzati di fiori e baciati da un caldo sole. Beh, lo sarebbe se solo avesse smesso di gelare. Eppure, nonostante il passatempo nazionale di chi agonizza a casa dispiacendosi del clima avverso, ci devono essere altri motivi per cui sono solo una minima percentuale dei biker esce in condizioni avverse. Prendiamo esempio dai britannici, se pedalassero solo nelle giornate asciutte, le loro uscite in bici non coprirebbero neppure un mese l’anno… Leggi tutto “Life is a cycle”

Facile come andare in bici

L’avrete ascoltato centinaia di volte: i sapientoni che usano la frase “è facile come andare in bicicletta” per descrivere un compito svolto con semplicità. Questi signori so-tutto-io devono vivere in lande perennemente baciate dal sole dove puoi andare in bici tutto l’anno. Perché quelli di noi che soffrono lunghi periodi d’inattività non si liberano tanto facilmente della “ruggine invernale”. In realtà, ogni inverno ci dimentichiamo quasi del tutto come si va in bici. Leggi tutto “Facile come andare in bici”