Punk biking

Punk biking

Ovvero è sempre meglio quando si vive secondo le proprie regole

Il ciclismo e la musica mi sono sempre sembrati come dei fratelli separati alla nascita. Ciascuno, a modo suo, ha ricche tradizioni, regole e una solida scienza alle spalle. Ognuno mi ha fornito innumerevoli ore di divertimento, sia facendone parte sia godendo l’arte degli altri. Ma senza dubbio, i più grandi benefici sono arrivati quando i rinnegati e i sognatori hanno afferrato le redini e puntato la diligenza verso una direzione completamente nuova.
Con l’avvento del rock ‘n’ roll, è stata data una voce ai sentimenti sfrenati di un’intera generazione di giovani creando un movimento completamente nuovo e rivoluzionario. Questo movimento era più forte delle consolidate norme sociali e dello Stato, che spesso reagì col pugno di ferro. Non solo il rock ‘n’ roll fu giovane e ribelle, ma anche divertente da suonare e da ascoltare.
Continua a leggere “Punk biking”

Ripartire da 365

Ripartire da 365

In un’epoca che vede crollare una dopo l’altra le nostre certezze, dalle più fatue alle più solide, come un devastante effetto domino dalla progressione logaritmica, non è così difficile morire. La morte intesa come passaggio, anche catartico, a uno stato più elevato. La morte come quella della fenice, che rinasce dalle proprie ceneri, uccello mitologico divenuto simbolo di morte e risurrezione. Continua a leggere “Ripartire da 365”