Peter Sagan, un campione di stile

Pochi sanno che la stella della strada Peter Sagan ha iniziato la sua carriera ciclistica in mountain bike. Nel 2009 era compagno di squadra del nostro Marco Aurelio Fontana nel Cannondale Factory Racing Team. Marco e Peter hanno preso strade differenti, il primo rimasto nelle ruote artigliate, conquistando tra le altre cose la medaglia di bronzo alle ultime Olimpiadi e quella d’oro l’anno passato ai Mondiali nel Team Relay, il secondo invece ha fatto il grande salto nel mondo della strada. E da allora è diventato un fenomeno mediatico supportato da risultati consistenti e da una simpatia fuori dal comune.
Leggi tutto “Peter Sagan, un campione di stile”

TransVesubienne, o il fascino dell’estremo

TransVesubienne, o il fascino dell’estremo

Si può essere perdonati per non aver mai sentito parlare della TransVesubienne. Ci sono così tante gare in giro per l’Italia e oltre i nostri confini di cui nessuno ha mai sentito parlare. Ma questa negli anni ha conquistato una grandissima reputazione, soprattutto in Francia e in Svizzera, per un paio di semplici ma solidi motivi: il percorso è epico per scenari e situazioni incontrati, oltre a essere – forse – l’evento di un giorno più duro in assoluto. Come per tutte le gare impegnative, i soli numeri non le rendono pienamente giustizia, ma contribuiscono a rendere la situazione ben chiara sin dall’inizio: circa 95 km, 6.200 m di dislivello in discesa e circa 4.700 m in salita per l’edizione 2014 che si correrà il prossimo primo giugno. Leggi tutto “TransVesubienne, o il fascino dell’estremo”

Quell’ultimo sporco minuto

Quell’ultimo sporco minuto

È passato tanto tempo dall’ultima gara a cui ho partecipato. Penso fosse una competizione informale, una Mini TransProvence organizzata durante il press camp Mavic di fine inverno 2013: due giorni nei dintorni di Peillon, nell’entroterra di Nizza.
Una bella idea del marchio francese, quello di cronometrarci lungo le prove speciali ufficiali dell’edizione precedente… e anche se è stata una gara sui generis, ho sempre odiato l’ultimo minuto prima della partenza… anche se a dare il via nove volte su dieci era il mitico Fabien Barel!
Leggi tutto “Quell’ultimo sporco minuto”

Ode ai trail alpini

Ode ai trail alpini

Non ci sono parole per descrivere la bellezza e quel mix tra stupore e soddisfazione dopo aver percorso trail alpini come quelli incrociati al press camp Mavic Enduro Adventure. Eravamo sulle Alpi Marittime, tra Francia e Italia, in un ambiente a prima vista ostico per la mountain bike: tracce impervie, esposte e larghe una spanna, con la parete rocciosa alla tua sinistra che sembra buttarti a valle… ma come spesso capita, in sella diventa tutto più facile, anche se non posso dire che sia stata una due giorni all’insegna della comodità e della tranquillità in sella. Ci voleva impegno, concentrazione, precisione, fluidità nei movimenti in sella e fuorisella, decisione nell’incedere, ma soprattutto il sacrosanto rispetto dovuto alla montagna. Leggi tutto “Ode ai trail alpini”

Un ritorno alle origini del mountainbiking per Mavic

Un ritorno alle origini del mountainbiking per Mavic

A inizio settimana ho partecipato al Mavic Enduro Adventure Press Camp, una due giorni sulle Alpi Marittime, a cavallo tra Francia e Italia, con partenza in quota a Casterino sopra Tenda e arrivo a Mentone in Costa Azzurra. Una magnifica traversata alpina, seguendo alcune delle più belle tappe delle gare enduro che si tengono in questo angolo di Francia, tra cui l’ormai mitica TransProvence.

2014-05-12-251 Leggi tutto “Un ritorno alle origini del mountainbiking per Mavic”

Di Gazzetta e mountainbike

Stasera  è stata pubblicata una news, in home page, sul sito della Gazzetta, dall’eloquente titolo “Mountain bike, maresciallo si dà malato e vince l’oro in mtb: a giudizio”. Non vi tedio con il contenuto dell’articolo, citando solo che il presunto malato ha vinto una gara di Coppa del Mondo mountainbike a Folgaria… Un italiano che vince una gara di coppa del mondo? Che bello! Ma probabilmente era una gara minore di un circuito dedicato ai militari… certo che le scarse notizie riportate e l’altrettanto insoddisfacente precisione nel redarlo non aiutano, ma probabilmente è colpa della fonte, visto che su tutti i media consultati, a cercare maggiori info, si trovano quasi le stesse identiche parole e informazioni… :-/ Leggi tutto “Di Gazzetta e mountainbike”